Progetti

Villaverde Hotel & Resort Wellness SPA & Golf - Fagagna (UD)

La natura disegna l'architettura di un resort

Caratteristiche del lotto e panorama suggeriscono le linee di progetto del Villaverde Hotel & Resort Wellness Spa & Golf di Fagagna
Autore
Santino Limonta
Progettista
Alessio Princic - Princic & Partners
Superfici
ATLAS CONCORDE
Anno di realizzazione
2015

Chi frequenta i Circoli del Golf in genere si aspetta di trovarvi ovviamente i servizi inerenti all’attività specifica e una Club House per il relax e la ristorazione. Quasi mai l’ospitalità alberghiera. A rivoluzionare questo consolidato format è stato Gabriele Lualdi, dal 2013 Presidente del Golf Club Udine. Il campo sociale è situato fra le colline moreniche di Fagagna: 18 buche integrate in 85 ettari di prati verdi, querce e faggi. Perché non inserirvi, ecco la riflessione di Lualdi, una struttura in cui l’ospite (non solo golfista) possa godere degli agi di un resort, rigenerarsi in un’area wellness e praticare lo sport preferito con la consulenza di un Centro Medico? Avendo così anche l’opportunità di promuovere il campo di Fagagna come uno dei più attrezzati del Sud-Europa? Nasce così il Villaverde Hotel & Resort, un 4 stelle Superior mimetizzato nel paesaggio. Adagiato in una dolina carsica, il corpo di fabbrica sviluppa ottomila metri quadri su quattro piani. Vi si arriva lasciando la SP 116 Fagagna-San Daniele e salendo una breve rampa. La hall è un grande spazio multifunzionale dove oltre alla reception sono allestiti salottini di attesa/relax, ristorante e lounge bar. Dalle grandi superfici vetrate la vista spazia sul prato davanti al resort e poi senza interruzioni sul campo da golf fino a incontrare sullo sfondo le Alpi Giulie. Destano curiosità gli inconsueti segni grafici in bianco e nero del soffitto, un’opera di 1.800 metri quadri di Giorgio Celiberti. Una “frattura” nel pavimento mette in luce una scala a sbalzo nel vuoto che attraversa gli strati inferiori e “atterra” dodici metri più in basso nella Spa. Una sorta di faglia in cui strani cilindri rossi disegnano inquietanti cerchi luminosi. Al livello -1 si aprono 34 camere e suite inondate dalla luce che entra da una parete vetrata. Nei due livelli inferiori sono distribuite le aree dedicate al benessere psico-fisico. Il Centro Wellness offre sette cabine per trattamenti, due floating rooms, piscina interna con due corsie da 25 metri, piscina esterna, idromassaggio, bagno turco, stanza del sale, sauna, cascata di ghiaccio e doccia emozionale. Nel Centro Medico per la prevenzione e il movimento sono collocati invece ambulatori per piccoli interventi chirurgici o per prestazioni di medicina generale e un’attrezzata palestra. La struttura del Villaverde è di tipo industriale con putrelle a vista. Il tetto, isolato da un manto erboso, è curvato in lunghezza e in altezza seguendo linee morbide ispirate alle dune antistanti. La climatizzazione è alimentata da una rete geotermica mentre all’illuminazione provvedono sorgenti a led ad alta efficienza. Singolare il sistema fotovoltaico inserito nelle travi del parcheggio. Ci sono nel progetto alcuni elementi di carattere generale che lo stesso architetto Alessio Princic evidenzia.
Il resort è un tributo alla friulanità. Gli arredi sono di aziende leader del territorio. Sono stati coinvolti nella costruzione artigiani, fabbri, falegnami e vetrai locali. I colori sono quelli della campagna friulana, mescolati e ricomposti in studio. Materiali, modalità di posa e cromie sono stati osservati e testati in dettaglio. Alcuni sono stati “inventati” da Princic, come le piastrelle blu elettrico dalla forma a zig-zag posate nella Sala Meeting per migliorarne l’acustica. Altri svolgono una funzione diversa da quella per cui erano nati. Il Villaverde Resort è anche una vetrina per la ceramica italiana, presente qui in modo importante. Diverse le aziende coinvolte. Fra queste Atlas Concorde con lastre in grès porcellanato effetto marmo Marvel PRO, in nuance Statuario Select nei bagni e in tonalità Noir St Laurent nella Reception, Lounge Bar, facciate esterne. E Vogue con le piastrelle della collezione TR Trasparenze Bisello, Pistacchio e Mandarino nel rivestimento pareti dei corridoi dei piani inferiori.

Piastrelle
Atlas Concorde, serie Marvel PRO
Tipologia
grès porcellanato
Formati
30x60 cm
Colori
Statuario Select / Noir Saint Laurent matt
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): 0.1%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): ULA
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): ≤ 150 mm3
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): ≥ 40 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R9
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Certificazioni e premi
ECOLABEL
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >