Progetti

Residenza Privata - Caen (Francia)

La "Casa di Caen" di Beuneiche

Un grès laminato lappato distingue i pavimenti della residenza
Autore
Giuliano Chiarabini
Progettista
Bernard Beuneiche
Superfici
LEA
Anno di realizzazione
2010

La convivenza armonica di contrasti formali e materici che caratterizza il progetto di questa residenza privata progettata dall’architetto Bernard Beuneiche rispecchia in un certo qual modo la storia della città in cui si trova: Caen. Tristemente famosa per essere stata rasa al suolo per più di tre quarti durante lo sbarco in Normandia nel giugno del 1944, la città di Caen, situata nel cuore della regione Normandia, nel nord-ovest della Francia, ha vissuto una sostanziale ricostruzione negli anni tra l’immediato dopoguerra e i primi anni ’60. In seguito al piano di riedificazione, gli ampi viali su cui si affacciano i caratteristici palazzi in pietra di Caen dai tradizionali tetti spioventi, che conferiscono grande uniformità architettonica, convivono con le chiese e le antiche abbazie, ancor oggi simbolo distintivo della città, che testimoniano il suo passato glorioso, quando Guglielmo il Conquistatore la elesse a propria residenza. A ciò si aggiunge la doppia natura di Caen, che alla fama di città moderna e ricca di cultura abbina una marcata vocazione al vivere nella natura, trovandosi nel cuore di una regione che offre incantevoli panorami bucolici, con grandi pascoli, fattorie d’altri tempi e antiche case a graticcio. Analogamente, la residenza privata progettata da Beuneiche racchiude in una perfetta sintesi di identità stilistica, materiali mutuati dai più svariati lessici architettonici; cemento, ferro, legno, mattoni faccia vista e gres porcellanato si fondono, nelle tonalità naturali del grigio e del marrone, per dar vita a degli spazi dotati delle più moderne tecnologie e concepiti nell’ottica di un perfetto comfort abitativo. Il pianoterra, che ospita la zona giorno, è ben illuminato dalla luce naturale che filtra attraverso le ampie porte-finestre, mentre di sera una serie di faretti a incasso e due originali lampade in ferro e vetro, in omaggio alla tradizione vernacolare, illuminano in modo efficiente le zone operative della cucina e l’area lettura, ricreando in altre aree un’atmosfera più intima e rilassante. Nell’ampio open-space gli ambienti, una zona soggiorno con camino e una zona pranzo con cucina a vista realizzata su progetto, sono scanditi dalla presenza di travi in legno recuperate dalla struttura originale e da altre in ferro che proseguono, nella zona pranzo, sulle volte dei soffitti, alternandosi ai rivestimenti con mattoni a vista. Per i pavimenti, su cui la luce crea morbidi giochi di riflessione, sono state impiegate lastre in grès laminato nella finitura lappata e nella versione twin di 7 mm di spessore del modello Slimtech Basaltina Stone Project di Lea Ceramiche. Il prodotto, frutto di un’innovativa tecnologia di compattazione del grès porcellanato, rievoca la pietra basaltina ed è stata scelta dal progettista per la sua capacità di evocare, con eleganza e raffinatezza, un contatto diretto con la natura. La versione lappata in particolare combina una finitura estetica eccellente con un’elevata praticità e facilità di pulizia e manutenzione.

Piastrelle
Lea Ceramiche, Slimtech Basaltina Stone Project twin
Tipologia
grès porcellanato
Formati
50x50cm; 50x100cm; 100x100cm;
Colori
Lappata
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): 0,1%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): uha, ula
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): <145 mm3
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): > 550 Kg/cm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R9
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Certificazioni e premi
LEED
EMAS
ISO 14001
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >