Progetti

Station Racour - Landen (B)

C'era una volta un treno

Come passare le vacanze in treno e vivere felici. Tutto questo è possibile in un angolo di Belgio, dove due vagoni ferroviari, insieme a una stazione, sono stati oggetto di una inedita ristrutturazione
Autore
Elena Pasoli
Superfici
NOVABELL
Anno di realizzazione
2014

Ci troviamo in Belgio, al confine tra le Fiandre e la Vallonia, dove si incrociano le comunità olandesi e francesi, in un’area dal paesaggio particolarmente affascinante: da un lato gli ampi frutteti di Haspengouw, dall’altro una mirabile vista sull’area archeologica gallo-romana Plattetombe, dozzine di sentieri che attraversano prati verdissimi. Un contesto niente male per una vera perla rara nel panorama internazionale dell’hotelerie di lusso: la Station Racour, una vecchia stazione ferroviaria in mattoni completamente ristrutturata, che accoglie con eleganza il viaggiatore, riservandogli anche una deliziosa sorpresa.
La stazione fu costruita nel 1907 sulla linea ferroviaria Landen-Tamines; di struttura architettonica tipica per l’epoca, la stazione era formata da tre blocchi: la casa a due piani del guardiano del passaggio a livello manuale e le due ali che ospitavano la biglietteria, le sale d’aspetto e i servizi igienici. Quando la linea ferroviaria cadde in disuso, il governo vendette la stazione a un privato, il quale avviò una splendida opera di ristrutturazione, assicurandosi peraltro che il complesso fosse classificato come monumento e riconvertendolo all’uso di residence per vacanze.
Ma la parte più sorprendentemente rievocativa di tutto il complesso è costituita da due carrozze del treno M2, datato fine anni ‘50 e in funzione fino al 1990, oggi collocate su un binario morto: sapientemente ristrutturate e reinventate, pur nel rispetto degli stili, dei colori e delle finiture della struttura originale, le carrozze vestono oggi i panni di due case vacanza a quattro stelle, di 60 mq ciascuna.
L’esterno delle carrozze è stato sabbiato e riverniciato nei colori originari delle Ferrovie belghe, il giallo e il verde ed anche le porte e gli elementi di ingresso sono stati mantenuti; tutto il resto, invece, è stato completamente smantellato, isolato e infine rifinito con nuove pareti interne. La non semplice articolazione degli spazi trova un alleato prezioso e vincente nella pavimentazione in gres porcellanato, la stessa per ogni ambiente, che riesce a dare ampio respiro all’occhio e alla percezione spaziale stessa di chi abita l’appartamento. Firmate NovaBell, le piastrelle della collezione EcoDream, qui impiegate, assicurano il calore e l’intimità del legno insieme alla praticità e alla resistenza della ceramica di ultimissima generazione. Le lastre sono declinate nei formati 15×90 e 22.5×90, nella tonalità castagno, con la tipica disposizione a doghe dei pavimenti in legno.
La continuità suggerita dall’utilizzo del medesimo pavimento in tutti gli ambienti è supportata anche dall’apertura degli spazi: dall’originario ingresso, che come nei convogli tradizionali è affiancato dai servizi igienici, si raggiunge, passando attraverso una cucina riccamente attrezzata, la zona giorno, resa unica e suggestiva dalle due panche originali sovrastate dal portabagagli restaurato. Procedendo verso la testa della carrozza, dove si trovava la cabina del guidatore troviamo una prima zona notte composta da una camera da letto per quattro persone, con due letti singoli, un letto a castello e un piccolo bagno. Sul retro della carrozza, invece, è ospitata la stanza matrimoniale, anch’essa con bagno privato. L’insolita location, adatta ai viaggiatori più alternativi, fa parte del circuito RAVel, un network indipendente di strade a lenta percorrenza che utilizzano alzaie di canali e linee ferroviarie dismesse per creare insoliti e affascinanti percorsi da godere a piedi o in bicicletta.

Piastrelle
NovaBell, serie EcoDream
Tipologia
grès porcellanato
Formati
30x120 - 20x120 - 15 x 90, 22.5 x 90 cm - 15x60 antislip 60x60x20mm
Colori
rovere grigio, frassino, miele, castagno, quercia, sandalo, lava
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): <0,5 %
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): GA-GLA-GHA
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): conforme
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): ≥ 35 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R10
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza al cavillo (ISO 10545-11): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Certificazioni e premi
LEED
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >